Tag

, , , , , , , , , , ,

(continua a viaggiare)

Durante la nostra ultima permanenza a Londra, in Giugno, approfittando delle utilissime indicazioni del sito Sherlockology, abbiamo visitato alcune delle location in cui Benedict Cumberbatch, Martin Freeman, Mark Gatiss e Steven Moffat hanno girato il loro meraviglioso Sherlock, e il nostro percorso ci ha riservato qualche inaspettata sorpresa.

Cominciamo naturalmente dal 221b di Baker Street, che in realtà è il 187 di North Gower Street, letteralmente a due passi dalla fermata della Tube di Euston Square (linea Circle, quella gialla,  o Hammersmith, quella rosa) , dove con nostra sorpresa di fianco al mitico portone abbiamo trovato una targa che indicava che Giuseppe Mazzini ha abitato in quel palazzo, targa opportunamente coperta nella serie da una lampada a muro, come potete vedere dall’ immagine sotto, tratta da A Study In Pink

Non troppo lontano da lì, venendo verso il centro di Londra, proprio dietro al British Museum.  ci sono i Russel Square Gardens, il luogo dove Watson incontra il vecchio compagno di università che lo porterà ad incontrare poi Sherlock, e per girare la scena in questione una panchina è stata spostata …

Sempre dall’episodio A Study in Pink, ecco il luogo del “primo appuntamento” di Sherlock e Watson, ovvero il Tapas Brindisa di Soho, ristorante spagnolo …

… di fronte al quale nella realtà c’è un pub appartenente ad un’altra serie (dove probabilmente è permesso l’accesso SOLO con un metalupo al fianco) che non ho potuto resistere dal fotografare …

Proseguendo il nostro itinerario, non poteva ovviamente mancare la residenza di Lei, The Woman, alias Irene Adler, situata al 44 dell’esclusivissima Eaton Square nell’esclusivissimo quartiere di Belgravia, quello alle spalle di Buckingham Palace e  sede di molte ambasciate estere , che da’ il titolo al primo episodio della seconda stagione (appena andato in onda su Mia di Mediaset Premium, peraltro),  A Scandal in Belgravia, appunto.

… dove, seconda sorpresa del tour, c’era una targa che testimoniava che nello stesso palazzo ha abitato la bellissima (e sfortunata) attrice londinese Vivien Leigh, sposa di Sir Lawrence Olivier e indimenticabile Rossella di Via Col Vento …

Come si può peraltro intravedere,  in questo fotogramma tratto dall’episodio,  in alto a destra dell’inquadratura …

Siamo persino andati nel vicolo in cui Watson e Sherlock hanno la loro piccola “rissa” (Punch me in the face! ) precedente all’arrivo a Casa Adler, ovvero Boscobel Place, appena dietro Eaton Square, zona sorvegliatissima e guardata a vista da telecamere e personale addetto …

Proseguendo il cammino, andando verso la Victoria Station, incontriamo la sede della Polizia Londinese, ovvero la mitica New Scotland Yard, dove ha gli uffici il nostro amatissimo Ispettore Lestrade (Si, caro Sherlock, si chiama Greg), , che trovate praticamente SULLA fermata di St.James Park della Tube, linea District (quella verde) o Circle (quella gialla)

Andando invece verso il centro, nel quartiere di  Mayfair,  altra zona decisamente esclusiva con, tra le altre, l’ambasciata italiana e quella statunitense,  ecco uno dei negozi di Vivianne Westwood, dove sappiamo rifornirsi l’arcinemico di Sherlock (no, non Mycroft), il “consulting criminal” Jim Moriarty, istrionicamente interpretato da Andrew Scott.

Cambiando invece  totalmente zona, ci dirigiamo verso la City, per andare a visitare il tribunale dove viene giudicato Moriarty, il monumentale Old Bailey, che con la sua cupola rivaleggia con quella della (vicinissima) Cattedrale di St. Paul …

… e poi ovviamente lui, il Saint Bartholomew Hospital, noto a tutti i londinesi semplicemente come St. Bart, dove lavora l’innamorata senza speranza  Molly (You DO count …), e dove soprattutto si svolge QUELL’ultima scena di The Reichenbach Fall

That Ledge …

Stay There ( so you can’t see me falling …)

St.Bart and The Old Bailey

The Landing Site ???

Di seguito la galleria completa, con alcune foto in più dei luoghi …
Enjoy the Virtual Tour!!!

Annunci