Tag

, ,

No, non sono ancora di umore nero, anche se la settimana è stata proprio di merd@,.
Oggi  mi ritrovavo a pensare a Grillo e al suo Vaffa Day, e al fatto che qualcuno ha detto che un’argomento come il vaffanculo  chiude qualsiasi discussione, che non c’è alcuna possibilità di replica.
Mi spiace, ma non sono completamente d’accordo.
Anche a me quella forma di linguaggio non piace, è troppo di stomaco, e a me piace ragionare e parlare con la testa, perchè sono un tipo moderato, un tipo che cerca di risolvere le questioni in maniera civile, senza ricorrere a gesti dell’ombrello o  al classico dito medio che il Blasco mostrava e forse mostra ancora ai suoi concerti mentre canta Siamo Solo Noi (gesto peraltro molto liberatorio in quel contesto, anchè perchè a Vasco i fan rispondono nello stesso modo, con molta simpatia ed affetto … )
Però, però …. c’è sempre un pero’, di solito, in questi discorsi.
E l’ispirazione me l’ha data il bel film che ho appena finito di vedere, Thank you For Smoking, che parla di un lobbista che lavora per la Big Tobacco, ovvero l’associazione americana delle grandi case produttrici di sigarette.
Insomma, un tipo poco raccomandabile, direte voi.
Un perfetto bastardo, appunto.
Un tipo con cui non c’è verso di aver ragione, perchè è un mago con le parole, e in una discussione, se sai argomentare bene e sei sufficientemente abile, non c’è verso che qualcuno possa farti avere torto, perchè la ragione la possiamo avere tutti, a parole.
Nei fatti un po’ meno, ma questo, si sa, è irrilevante.
Una cosa che ho imparato solo di recente, visto che la mia esperienza nelle discussioni non è vastissima, per una educazione un po’ castrante da questo punto di vista, è che non importa con quanta carica emotiva tu sostieni un’opinione, e con quanta ragione oggettiva (ammesso che esista un qualcosa del genere …) , perchè se dall’altra parte c’è qualcuno che sa come dirigere la conversazione dove vuole, tu non potrai mai avere ragione.
Per quello a un certo punto il vaffanculo diventa quasi d’obbligo, perchè è una rottura dello schema, e perchè in realtà è una risposta netta e precisa ad un infinito giro di parole che finisce per stordirti la mente e convincerti  di tutto e del contrario di tutto, attività in cui i politici sono estremamente abili, visto che è il loro mestiere.( e non significa che non ho fiducia nei politici, si badi bene ).
Certo, non ammette replica, ma a volte la replica a parole non è necessaria, la replica bisogna  darla con delle azioni precise.
Bisogna rispondere con una risposta precisa ad una domanda precisa.
Semplice, o no ?

Annunci